Regime iva autotrasportatori: Come funziona? Istruzioni e chiarimenti

iltuocontabile logo color
Redazione
Regime autotrasportatori

Troppe scadenze?

Ti aiutiamo noi
Il Tuo Contabile è il 1° Servizio di Contabilità per Commercialisti in Italia: Riduci costi, carico di lavoro e concentrati sulle attività a valore aggiunto.

Contattaci
Argomenti

Come funziona il regime iva per gli autotrasportatori? Quando devono versare l'iva? Vediamo insieme come operano questi trimestrali speciali

Il regime IVA autotrasportatori è molto particolare e si differenzia da quelli classici, sia per il differimento dell’IVA che per la gestione degli interessi trimestrali, così come definito dall’articolo 74, comma 4, del DPR 633/72.

Non a caso questi soggetti sono definiti trimestrali “speciali”. Ma chi rientra in questo regime?

Trimestrali speciali: chi sono

Possono aderire a tale regime gli autotrasportatori di merci per conto terzi iscritti al relativo albo. Chi trasporta merci in conto proprio o non è iscritto all’albo non può godere delle agevolazioni che spiegheremo tra poco.

Questo regime agevolato si applica alle operazioni strettamente inerenti all’esercizio dell’autotrasporto, in particolare:

  • I servizi di trasporto in senso stretto;
  • Le eventuali cessioni di beni strumentali (ad esempio: automezzi);
  • Le prestazioni ad essi connesse o accessorie ai sensi dell’atr.12 del DPR n.633/72 e addebitate al
    committente nella medesima fattura (ad esempio: servizi di carico e scarico, refrigerazione, magazzinaggio, ecc.).

Per le operazioni diverse da quelle elencate si applicano i criteri generali per quanto riguarda la registrazione delle fatture e la liquidazione dell’IVA.

Esistono anche delle operazioni miste, che riguardano sia le prestazioni di trasporto che diverse da queste. In questo caso si applicano entrambe le discipline, il regime ordinario e quello degli autotrasportatori, ma la loro gestione è particolarmente complessa da gestire con i software che ci sono in circolazione. Meglio quindi gestire la fatturazione separando le prestazioni agevolate da quelle che non lo sono, magari esercitando l’opzione per la separazione facoltativa delle attività IVA.

Come funziona il regime autotrasportatori?

Il regime agevolato dei trimestrali speciali ha alcune caratteristiche che lo differenziano dai normali trimestrali:

  • Possono liquidare l’iva trimestralmente indipendentemente dal volume d’affari, quindi non vi sono soglie che, se superate, fanno scattare la liquidazione mensile;
  • Non pagano l’1% di interessi sulla liquidazione iva, a differenza dei trimestrali ordinari;
  • Le scadenze iva sono quelle dei trimestrali ordinari (16/05, 20/08, 16/11) tranne che per l’ultimo trimestre, dove gli autotrasportatori devono versare l’iva al 16/02 dell’anno successivo col codice tributo 6034, mentre i trimestrali ordinari pagano il saldo in sede di dichiarazione IVA. Infatti, le operazioni eseguite nell’ultimo trimestre finiranno nella dichiarazione IVA del periodo d’imposta successivo;
  • E’ possibile rimandare la registrazione delle fatture attive al trimestre successivo. In questo modo l’iva sulle vendite verrà differita alla liquidazione successiva. Questo vale solo ai fini iva, non ai fini reddituali;
  • Per le prestazioni di trasporto verso un unico committente, è possibile emettere una sola fattura comprensiva di tutte le prestazioni del trimestre.

Regime forfettario autotrasportatori

Quanto detto non vale nel caso in cui l’autotrasportatore sia in regime forfettario. In quel caso non si verserà l’IVA sulle fatture emesse, che saranno esenti, e non si potrà detrarre l’IVA sugli acquisti.

E’ un regime ancora più agevolato di quello “speciale” per gli autotrasportatori, ma si deve stare sotto la soglia di fatturato di 65.000 euro annui.

Regime speciale autotrasportatori: consigli

Come avete visto, questo regime ha una serie di agevolazioni interessanti nel caso dobbiate tenere la contabilità ad un cliente autotrasportatore. Allo stesso tempo, però, la sua gestione è più particolare e richiede un’attenzione maggiore rispetto alle altre ditte in studio, e il tempo a disposizione è sempre meno.

Affidati ai servizi de iltuocontabile.it

Penseremo alla gestione della contabilità dei tuoi clienti e a tutti i nuovi adempimenti, così potrai dedicarti alla consulenza e ad attività ad alto valore.

Scopri come funziona! Compila il modulo o contattaci via email all’indirizzo [email protected]

Ti richiameremo in meno di 20 minuti!

Prova una demo gratuita Il Tuo Contabile: 
il 1° Servizio di Contabilità per Commercialisti

Riduci il carico di lavoro dello studio, abbassa i costi del personale, concentrati sulle attività a valore aggiunto e risparmia tempo

Post correlati

Comunicazione liquidazioni periodiche iva

Comunicazione liquidazioni periodiche iva: Ecco cosa sono le LiPe

Guida alla comunicazione liquidazione periodica IVA: esoneri, scadenze, sanzioni e casi particolari. Tutto quello che c'è da sapere sulla LIPE.
uomo che calcola liquidazione iva

Calcolo liquidazione IVA: esempi e periodicità

Come funziona il calcolo della liquidazione IVA? Ecco degli esempi di liquidazione IVA mensile e trimestrale con VIDEO
Visto di Conformità IVA

Visto di Conformità: Check list Dichiarazione IVA

Guida completa e check list: Visto di conformità dichirazione Iva. Chi lo rilascia? Come e quando?
fattura san marino

Fattura San Marino: come registrarla? Esempi con e senza IVA

Come registrare le fatture passive da San Marino? Ecco come procedere all'emissione della fattura a seguito delle novità sulla fatturazione elettronica.
magnifiercrossmenu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram