Tassa vidimazione libri sociali: importi e scadenza

iltuocontabile logo color
Redazione
tassa vidimazione libri sociali

Troppe scadenze?

Ti aiutiamo noi
Riduci il carico di lavoro, abbassa i costi del personale, concentrati sulle attività a valore aggiunto e risparmia tempo.

Contattaci
Argomenti

Il 18 marzo scade il termine della tassa per la vidimazione libri sociali. Vediamo insieme come funziona e gli importi da pagare.

Il 18 marzo (quest’anno il 16 cade di sabato) scade il termine per il versamento della tassa vidimazione libri sociali. Non tutti sono obbligati a pagarla e gli importi possono variare.

La vidimazione, attualmente, è prevista solo per i libri sociali obbligatori, come previsto dall’art. 2421 del codice civile.

Vediamo insieme chi deve pagarla e gli importi.

Soggetti obbligati al versamento

La tassa sulla vidimazione dei libri sociali è dovuta da tutte le società di capitali, quindi società per azioni (s.p.a.), società a responsabilità limitata (s.r.l.) e società in accomandita per azioni (s.a.p.a.). L’obbligo vale anche nel caso in cui siano in liquidazione o sottoposte a procedure concorsuali, come spiegato nella Circolare del MEF.

Nel caso in cui la sede sociale venga trasferita nella circoscrizione di un altro ufficio dell’Agenzia, non è necessario versare di nuovo la tassa, poiché non è necessario vidimare nuovamente i libri sociali.

Soggetti esonerati

Sono esonerate, invece, le società cooperative e quelle di mutua assicurazione (pagheranno solo una tassa di concessione governativa di 67 euro per ogni 500 pagine), i consorzi (che non sono costituite come società consortili), le società di capitali fallite e le società sportive dilettantistiche.

Importo tassa vidimazione libri sociali

L’importo da versare dipende dall’ammontare del capitale sociale (o il fondo di dotazione) posseduto all’1/01. Infatti se questo è inferiore o pari a 516.456,90 euro, la tassa è di 309,87 €. Se il capitale sociale o il fondo supera questa soglia, l’importo diventa 516,46€. Eventuali variazioni di capitale avranno effetto sul calcolo dell’anno successivo.

Si paga in misura forfetaria indipendentemente dai fogli o di libri utilizzati durante l’anno. In ogni caso, questa tassa è deducibile ai fini IRES e IRAP.

Codice Tributo 7085: Cos’è?

E’ il codice tributo della tassa per la vidimazione dei libri sociali. Si versa tramite F24 inserendo il codice tributo 7085 e l’anno di riferimento attuale (ad es. 2024 per il 2024), e può essere compensato con altri crediti disponibili.

codice tributo 7085

E’ una tassa dovuta per anno, e non per periodo d’imposta, e può essere compensata con eventuali crediti disponibili.

Tassa vidimazione libri sociali Primo anno con bollettino

La prima vidimazione dei libri sociali ha un percorso a parte.

Le società costituite dopo l’1 gennaio e, in generale per il primo anno, devono versare la tassa di vidimazione dei libri sociali tramite bollettino c/c 6007 intestato all’ufficio delle entrate – Centro operativo di Pescara.

Il notaio, prima della vidimazione dei libri, richiede la copia del versamento di tale tributo, ma è tenuto a farlo solo se è trascorso il termine del 16/03. Nel caso in cui avvenga prima questa non può essere richiesta come da RM 20.11.2000, n. 170/E.

Quindi, se costituisco una società il 25/11/2023, che chiude il primo esercizio al 31/12/2024, dovrò versare la tassa per il 2023, con bollettino in fase di costituzione, e poi entro il 18/03/24 per l’annualità 2024.

Sanzioni e Ravvedimento tassa vidimazione libri sociali

Nel caso in il versamento non venga effettuato sono previste delle sanzioni dal 100% al 200%. E’ possibile, tuttavia, ravvedersi e versare la tassa in ritardo con una sanzione ridotta in base al termine di regolarizzazione:

  • 0,1% per ogni giorno di ritardo se versato entro i 15 giorni dalla scadenza;
  • 1,50% dal 15° al 30° giorno;
  • 1,67% dal 31° al 90° giorno;
  • 3,75% entro un anno;
  • 4,29% entro due anni;
  • 5% entro il termine di accertamento.

A questi vanno aggiunti gli interessi di mora che dal 1 gennaio sono pari al 5% fino al 01/01/23, e al 2,5% dal 01/01/24.

Il versamento della tassa insieme agli interessi va effettuato tramite F24, in modo cumulativo col codice tributo 7085.

Le sanzioni invece si versano col modello F23, indicando:

  • RCC al campo 6;
  • SZ al campo 9;
  • l’anno di riferimento della tassa al campo 10;
  • codice tributo 678T al campo 11.
F23 ravvedimento sanzione tassa vidimazione

Vidimazione libri sociali: come procedere?

La tassa sulla vidimazione dei libri è un’altra scadenza da tenere a mente per tutte le contabilità ordinarie che avete in studio.

Ormai è sempre più difficile stare al passo con gli adempimenti, anche se si parla di semplificazione.

Se vuoi una vera semplificazione fatti aiutare da iltuocontabile.it!

Penseremo alla gestione della contabilità dei tuoi clienti e a tutti i nuovi adempimenti, così potrai dedicarti alla consulenza e ad attività ad alto valore.

Scopri come funziona! Compila il modulo e sarai subito contattato.

Prova una demo gratuita Il Tuo Contabile per risparmiare tempo e denaro

Riduci il carico di lavoro, abbassa i costi del personale, concentrati sulle attività a valore aggiunto e risparmia tempo.

Post correlati

commercialista controlla calendario fiscale

Calendario Fiscale 2024: scadenzario fiscale annuale

Vuoi tenere a mente le principali scadenze del calendario fiscale? Ecco le scadenze fiscali 2024
Dichiarazione IVa 2024

Dichiarazione IVA: scadenza e chiarimenti LIPE

Quando va inviata la dichiarazione IVA?Ecco la scadenza e le novità
Acconto IVA

Acconto IVA: quando scade e come si calcola

Il 27 dicembre scade l'acconto IVA. Chi deve versarlo? Quali sono i metodi di calcolo?
Acconto IMU

Acconto IMU: Scadenza, esenzioni e novità

Quando scade l'Acconto IMU? E come si calcola? Ecco tutti i chiarimenti
magnifiercrossmenu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram